TOT, il nuovo Conto Corrente Aziendale con carta”dual mode”

Carta aziendale TOT

Se sei una ditta individuali, un libero professionista, una microimpresa, un’impresa in espansione, una startup o sei un esercente che vuoi proiettare il tuo esercizio commerciale nella nuova era digitale, TOT è un conto di pagamento business pensato per tutte le esigenze di imprenditori digitali, le cui attività sono legate ai servizi digitali di B2B e B2C, o al settore del commercio elettronico.

Cos’è e quanto costa TOT?

Nato nel 2020 in partnership con Banca Sella, Tot è un conto corrente aziendale 100% on line che permette ad associazioni, professionisti con partita IVA e imprese di effettuare bonifici SEPA, bonifici internazionali, di accettare pagamenti, di pagare o delegare gli F24. Pensato come “dashboard” ossia uno strumento con cui l’imprenditore può monitorare i propri conti e la propria attività, permette inoltre di gestire con facilità le carte di credito aziendali del team.

Fino al 1 settembre 2022, TOT è gratuito, incluso l’invio della carta Visa Business. Dopo il primo settembre, se la promozione non sarà prolungata, i nuovi clienti dovrebbero pagare 70 euro annui o 7 euro al mese per il servizio, ma il primo invio riguardante i costi di emissione della carta di pagamento è gratuito, mentre il costo di emissione di una nuova carta per furto o smarrimento è di 5 euro. I bonifici del circuito SEPA inviati a nazioni dello Spazio Economico Europeo (SEE) sono gratuiti, mentre se diretti a paesi aderenti al circuito ma extra-SEE costano 13, 60 euro a bonifico.

Quali vantaggi offre TOT?

Grazie a Tot puoi pagare gli F24 e gli F23, in massima libertà, anche con delega al commercialista:le quietanze degli F24 pagati attraverso il conto business Tot sono disponibili immediatamente garantendo un pagamento delle tasse rapido.

La carta Tot può inoltre utilizzare le modalità di pagamento che preferisci: online, offline, in modalità contactless, Google Pay, Paypal o con Apple Pay (prossimamente), anche per noleggiare auto e moto, acquistare biglietti aerei e pagare gli alberghi.

Gli acquisti possono essere pagati subito o a 60 giorni senza interessi e, possedendo pannello firma e numeri in rilievo, la carta può essere usata in ogni continente: infatti la sua affiliazione al circuito Visa ti consente di fare acquisti in oltre 60 milioni di attività in tutto il mondo.

Ha un IBAN italiano ed include un’assicurazione sui prelievi per tutelare dal furto o uso fraudolento della carta l’imprenditore/professionista.

In più Tot è “dual mode” cioè una carta di credito che ti permette l’utilizzo a debito.

A breve si potranno effettuare anche pagamenti PagoPA, Ri.Ba e C-Bill.

Tot è in partnership con Banca Sella, la più grande banca privata italiana che si occupa della completa custodia dei fondi; attraverso il fondo interbancario (FITD), ha una garanzia dei depositi fino a centomila euro.

Sul conto è attivo il servizio di incasso tramite addebito diretto (SDD), utile per i pagamenti con questa modalità. Basta fornire al creditore le coordinate bancarie del conto Tot scaricabili dall’area personale

Ti permette di effettuare notifiche in tempo reale, chargeback garantito,e ha un sistema 3D –Secure.

La carta, sempre inclusa e compresa nel canone mensile, è amica dell’ambiente, dato che è in PVC al 100% riciclato.

Come si apre carta TOT?

Carta TOT si può aprire on line, impiegando poco meno di 10 minuti: si raccolgono le informazioni on line, ci si scatta un videoselfie e si possono precompilare i dati, inserendo la propria partita IVA.

  1. I passaggi da effettuare nel dettaglio sono:
  2. accedere via web al sito internet di TOT (sia da pc sia da smartphone)
  3. cliccare su registrati per dare una password forte ed un indirizzo di posta elettronica valido.
  4. Validare poi il link nella mail ricevuta.
  5. inviare una copia digitale di un documento valido (carta d’identità, patente con foto o passaporto).
  6. fornire i dati dell’azienda o la partita IVA, i dati dei titolari effettivi.
  7. richiedere la carta e firmare i contratti.

Entro 3-7 giorni lavorativi, la carta di pagamento arriverà all’indirizzo indicato e il conto aziendale sarà attivato.

Come si ricarica TOT?

TOT può essere ricaricato attraverso un bonifico bancario; fornendo l’IBAN ai propri clienti si possono ricevere da subito i pagamenti.

I bonifici istantanei sono accreditati nel giro di pochi secondi mentre quelli ordinari sono accreditati entro 24/48 ore lavorative dal giorno di esecuzione del bonifico (da parte del mittente).

Ho perso la carta di credito. E adesso? Guida ai passaggi successivi

perso la carta di credito

Le tessere plastificate delle carte di credito e di debito sono leggere, poco ingombranti, ma –ahinoi- anche facili da perdere se non si è sufficientemente attenti. A volte (ma per fortuna sempre più raramente) può succedere anche che siano clonate e allora c’è il rischio serio che qualche malintenzionato svuoti il nostro conto.Cosa fare subito dopo?

Ho smarrito la carta di credito: devo bloccare la carta!

E’ la primissima cosa, da fare il prima possibile. Ci si può recare in filiale oppure se si è in vacanza o impossibilitati a raggiungere la propria filiale, chiamare il numero verde dell’emittente carta (se chiamo dall’estero devo aggiungere al numero il prefisso + 39) e chiedere di bloccarla, così l’ente lo inattiverà in poche ore.

Se non riesco a trovare il numero della mia banca su internet, posso chiamare il numero verde unico 800 822 056 valido per tutte le banche, tutti i bancomat e tutti i circuiti messo a disposizione dalla Società Intebancaria per l’Automazione (SIA).

In questo modo, dal momento che è stato richiesto il blocco in seguito a furto o smarrimento, il proprietario è sollevato ai sensi di legge da eventuali usi illeciti della carta e non può essere perseguito per eventuali reati penali commessi da chi ha usato la carta nel lasso di tempo dalla richiesta di blocco al blocco effettivo. Lo stesso vale per le spese: se ci sono delle spese nelle ore precedenti alla richiesta di blocco, in Italia ai sensi del decreto legislativo n . 11 del 27.01.2010, il titolare della carta dovrà rimetterci al massimo 150 euro, mentre per le eventuali spese fraudolente fatte nel lasso di tempo dalla richiesta al blocco, saranno rimborsate dalla banca.

Ho perso la carta di credito: : devo controllare l’estratto conto?

Certo: se il conto ha l’opertatività on line, posso collegarmi al sito di internet banking e verificare il mio saldo; così riuscirà a capire se ci sono dei movimenti non autorizzati da me.Nel caso non abbia l’operatività on line, posso richiedere l’estratto conto quando sono in filiale per richiedere il blocco.

Ho smarrito la carta di credito: devo fare: la denuncia alle autorità competenti

Dopo la richiesta di blocco per furto o smarrimento, si dovrà entro 48 ore denunciare lo smarrimento della carta a carabinieri o polizia; la copia di tale denuncia, dovrà poi essere consegnata a mano in banca o inviata per raccomandata con ricevuta di ritorno, così da poter, nel caso di spese illecite, essere rimborsati. Ovviamente la banca non sarà tenuta a nessun rimborso nei casi in cui non ci siano comunicazioni inerenti alla denuncia o se peggio il furto o lo smarrimento della carta è stato solo simulato.

La denuncia è obbligatoria per richiedere il rilascio di una nuova carta o l’emissione di una carta sostitutiva, che sarà emessa al costo di una o più decine di euro in base all’ente scelto.


Denuncia smarrimento carta di credito online

Dopo aver effettuato la segnalazione all’istituto di credito fisicamente oppure on line, la denuncia alle autorità competenti può essere effettuata anche via Web: in particolare la Polizia di Stato ha messo a disposizione il sito commissariatodip.it per poter inoziare a compilare la denuncia inserendo dati anagrafici e descrivendo quanto accaduto. Occorre avere solo un pc ed una connessione internet per compilare questo modulo, che sarà solo un primo passo per la denuncia; in ogni caso dovrai nel giro di qualche giorno recarti in caserma per completare l’iter e firmare la denuncia, altrimenti è come se non si fosse fatta.

Carta di credito smarrita o rubata: come proteggere la carta da questi rischi.

Premesso che l’attenzione è sempre la migliore forma di prevenzione, ci sono alcune abitudini che posso prendere per proteggere la carta di credito:

  • attivo il servizio di alert via mail o sms: così riceverò una mail o un messaggio ogni volta che farò una transazione con la carta, individuando eventuali movimenti “strani”;
  • controllo regolarmente l’estratto conto delle carte, in modo cartaceo o on line;
  • specie se viaggio all’estero, porto con me il numero da chiamare per bloccare la carta e in più devo avere sempre una fotocopia delle mie carte di credito e bancomat per poter comunicare i dati necessari per bloccarle;
  • non custodisco mai la carta insieme al PIN;
  • non lascio la carta incustodita;
  • ripongo la carta sempre nello stesso luogo;
  • non comunico mai le credenziali della carta a terzi (ad esempio per mail);
  • quando digito il PIN per prelievi e acquisti lo effettuo lontano da occhi indiscreti.

Cosa faccio se la carta è stata bloccata dalla banca?

A volte il blocco può avvenire per azione della banca: per ragioni di sicurezza, per la naturale scadenza della carta o nel caso spiacevole in cui il titolare è in rosso con i pagamenti. Premesso che il blocco dovrebbe avvenire previa comunicazione, non sempre succede, quindi mi dovrò accertare del motivo del blocco.

Nel caso in cui  blocco avvenga perché la banca sospetta di comportamenti fradolenti e mi blocchi preventivamente il conto, se dimostro che tali sospetti non siano verificati, posso segnalare la banca per diffamazione.

Come posso richiedere un anticipo contante con Amex (American Express)?

Amex (American Express)

La statunitense American Express ha lanciato la sua prima carta nel 1960 e, ad oggi, è una delle carte di credito più usate nel mondo. Ne esistono differenti versioni, e con ognuna è possibile richiedere, all’occorrenza un anticipo dei contanti.

Anticipo contante American Express carta oro

Carta di credito a saldo ad uso esclusivamente privato (cioè non si può adoperare per acquisti legati all’attività imprenditoriale o professionale), la carta Oro American Express permette a chi la possiede di pagare spese varie ed acquisti usando la moneta elettronica. Le spese effettuate con Carta Amex Oro (che devono essere di minimo 30 euro) si addebiteranno poi il settimo giorno successivo alla data dell’estratto conto, e saranno prelevati le relative cifre del conto corrente intestato a chi utilizza la carta.

In caso di emergenza, da uno dei 20 mila sportelli Bancomat presenti in Italia (500 mila in tutto il mondo) si possono prelevare contanti fino a 500 euro ogni otto giorni in Italia, e fino a 999 euro all’Estero.

L’anticipo dei contanti sulla Carta Oro ha però un costo pari a 3,9% del prelievo ed una commissione minima di 1,25 euro.

La Carta Amex Oro è gratis per il primo anno;ed ha un costo di 14 euro al mese dal secondo anno. Su richiesta è possibile anche avere una seconda carta di credito in aggiunta alla prima. La seconda carta avrà un costo zero per il primo anno, mentre arriverà a 83 euro all’anno a partire dal secondo anno di utilizzo.Gli sportelli italiani convenzionati sono gli sportelli Unicredit oppure qualsiasi sportello Postamat. Il servizio di prelievo contanti American Express si chiama Servizio Express Cash, ma occorre ricordare che per poterne usufruire bisogna richiedere al servizio clienti l’attivazione del servizio ed essere titolari della carta da almeno 6 mesi.

Come attivare in Italia Carta oro American Express

Occorre soddisfare quattro requisiti: il primo è aver compiuto più di diciotto anni; il secondo, poiché si tratta di una carta di credito, è il requisito del reddito, ossia il cliente dovrà dimostrare di percepire un reddito sufficiente (nello specifico 11 mila euro lordi all’anno) a restituire quanto anticipato con la carta oro; il terzo requisito è il possesso di un conto corrente (bancario o postale) presso una delle filiali con sede in Italia, il cui IBAN non deve corrispondere ad una carta prepagata ma ad un conto vero e proprio; il quarto requisito è dimostrare di risiedere presso un comune italiano, e questo è dimostrabile o attraverso una bolletta intestata, o tramite un documento di riconoscimento (come patente o passaporto) o ancora tramite carta di identità.

Anticipo contante American Express Blu

Prodotto molto richiesto, la carta American Express Blu conferisce ai suoi possessori vari plus, come la presenza di un’assicurazione medica di viaggio e una dedicata interamente agli acquisti online, oltre alla possibilità di usufruire di sconti dedicati per i viaggi ai titolari della carta e corsie preferenziali per le prevendite di eventi e concerti.

Anche l’American Express Blu deve soddisfare i quattro requisiti richiesti per la carta Oro (di reddito, di età, di un conto corrente con IBAN senza carta prepagata e di residenza in Italia). La versione Blu non ha costi di attivazione ma un canone mensile di 3 euro solo a partire dal secondo anno. Con questa carta si può richiedere anche una linea di credito personale che arriva a 5 mila euro, con un Taeg di circa il 24%.

Con American Express Blu si può pagare tramite qualsiasi POS nei negozi senza commissioni. I limiti giornalieri di prelievo sono fissati a 500 euro, e, comunque, non eccedenti il 20% dell’importo del Fido, a 1000 euro quelli mensili. Si può prelevare contanti da ATM, versando una percentuale di circa il 4% della somma erogata, che non dovrà mai superare i limiti appena indicati. Se la carta si userà all’estero con una valuta diversa dall’euro, la percentuale di maggiorazione del tasso di cambio sarà del 2,50%.

Grazie alle app dedicate (Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay) con American Express Blu si possono tutti i tipi di bollettini postali, premarcati, di tipo MAV, RAV e il pagoPA con una commissione di 2 euro, e accedere al programma di cashback per avere un rimborso delle spese; in più se un acquisto non è all’altezza delle aspettative ma non si può restituire,American Express rimborsa l’intero importo speso . Con la carta American Express Blu, infine, si possono effettuare ogni mese acquisti per un plafond totale di 5 mila euro e rateizzare le proprie spese in rate minime di 40 euro al mese.

American Express Verde e Platino

Permette dei prelievi maggiori, fino a 999 euro ogni otto giorni sia in Italia sia all’estero. Come per la carta Oro, anche per la platino il prelievo minimo è di 30 euro e le commissioni valuta estera sono circa il 2,5% e del 3,9% per le commissioni. Stesso importo minimo e medesime commissioni anche per l’American Express Verde, che però ha dei tetti di prelievo più bassi rispetto alle altre: fino a 250 euro ogni otto giorni in Italia e fino a 500 euro ogni otto giorni all’estero.

Carta prepagata PayPal minorenni: come farla?

Carta prepagata PayPal minorenni

Le carte prepagate per i minorenni sono di uso sempre più comune in quanto responsabilizzano i ragazzi all’uso del denaro (poiché hanno un plafond ridotto rispetto alle carte tradizionali) e sono un ottima alternativa al dover portare con sé molto denaro contante, in occasioni come viaggi studio all’estero (infatti il più delle volte aderiscono a circuiti internazionali come Mastercard e Visa) o gite scolastiche in cui non c’è la supervisione dei genitori. Sono prepagate rivolte nella maggior parte dei casi a ragazzi fra i 14 ed i 18 anni, ma in alcuni casi possono essere intestatari anche a ragazzini dagli 11 anni in poi. Ma si può fare anche con la prepagata Paypal?

Carta PayPal, come farla?

La Paypal è una carta prepagata fra le più diffuse e conosciute in commercio, perché permette transazioni senza dover condividere i propri dati finanziari. Provvista di IBAN e App dedicata, è collegata al circuito Mastercard così da poter essere usata in tutto il mondo per effettuare acquisti nei negozi fisici, per prelevare contanti o fare acquisti on line.

La paypal può essere fatta in due modi: acquistarla presso un punto vendita Lottomatica oppure on line, accedendo al sito e compilando i documenti richiesti in pochi click. La carta poi sarà recapitata a casa o su richiesta potrà essere ritirata presso un punto vendita Lis Card di Lottomatica.

La carta però quando sarà recapitata risulterà bloccata; si dovrà attendere qualche giorno per i controlli sulla documentazione inviata e nel caso sia tutto in regola sarà mandata una mail con un SMS di sblocco; a quel punto, caricandola con un importo minimo di 19,90 euro, si potrà usare. La carta si può ricaricare attraverso Bancomat (negli sportelli del circuito QuiMultiBanca), da carta a carta, presso i punti vendita Lis Card di Lottomatica e con Bonifico Bancario, poiché la carta è provvista di IBAN.

PayPal è per minorenni?

Attenzione: avendo un IBAN, la Paypal è in tutto e per tutto alla stregua di un conto corrente bancario e che quindi prevede che il titolare sia un soggetto definito in termini giuridici “dotato della capacità di agire” ossia capace di fare atti che vadano ad incidere sulla sua situazione giuridica senza ricadere su tutori o genitori.

Quindi se il minorenne apre una Paypal senza il tramite di un genitore o di un tutore, di fatto stipula un contratto che è annullabile (ossia potrà fare la richiesta ma non gli sarà approvata). Se invece è il genitore o il tutore che sottoscrive il contratto di apertura di una Paypal a favore del minorenne, il contratto potrebbe essere approvato, ma il minorenne dovrà avere almeno 16 anni ed approvarlo a sua volta appena raggiunta la maggiore età, pena la chiusura del conto, come indicato sulle condizioni di uso.

Per evitare perciò noiosi grattacapi, conviene di più attivare una PayPal direttamente da maggiorenne e nel frattempo scegliere un altro tipo di carta prepagata adatta alle esigenze dei più giovani.

Carta prepagata PayPal minorenni: alternative

Possono essere aperte in alternativa diverse carte riservate ai minorenni (sempre con l’ausilio di un genitore o di un tutore), come la carta HYPE di Banca Sella, (che può essere richiesta da tutti i ragazzi dai 12 ai 17 anni), .la Carta Flash di Intesa San Paolo (che può essere richiesta dai minorenni ed utilizzata fino ai 35 anni di età), la UnicreditCard Click e si può richiedere anche per conto di ragazzi da 14 anni in poi, laV-Pay Unicredit(che può essere richiesta da tutti i ragazzi dai 13 ai 17 anni) e i prodotti di Postapay come la PostaPay Green, la IoStudio PostaPay (detta anche Carta dello studente, quindi destinata ai ragazzi tra i 15 e 20 anni) e la PostePay Junior (per chi ha una età compresa tra i 10 e i 18 anni, è una ricaricabile non associata ad alcun conto corrente).

carte di credito e debito

Carte di credito e carte di debito: quali differenze ci sono?

carte di credito o di debito

Spesso a proposito di carte, si tende a parlare di carta di debito o di credito come se fossero la stessa cosa. In realtà hanno delle profonde differenze. Ecco quali.

Cosa sono le carte di credito e carte di debito?

Sono strumenti molto diversi che soddisfano esigenze diverse.

Le carte di credito sono strumenti di pagamento che includono la funzione di credito, ossia i soldi sono anticipati per il cliente che li renderà in un momento successivo; perciò sono emesse solo a favore di clienti affidabili finanziariamente (e che quindi superano senza problemi l’istruttoria della banca). Facilmente utilizzabili sia in Italia sia all’estero, prevedono un plafond mensile che può servire per pagare senza problemi ed in tempo servizi ed acquisti prima dell’arrivo dello stipendio o della pensione.

Le carte di debito e i bancomat invece sono quelle che ci consegnano all’apertura di un conto bancario o corrente: si tratta di carte i cui usi sono addebitati sul conto corrente o sulla carta stessa (o per meglio dire sull’importo pre caricato) nel caso di una prepagata immediatamente. Perciò se non ci sono fondi sufficienti, l’operazione di pagamento non possa essere fatta e la transazione sarà bloccata. Questo le rende carte estremamente sicure per banche ed emittenti; in particolare le prepagate che possono essere intestate anche ai minori, in quanto possono essere usate solo nei limiti dell’importo precedentemente caricato. Le carte di credito sono usate per lo più allo scopo di prelevare contanti dagli sportelli automatici, ma possono essere usate, nel limite di spesa mensile, senza problemi anche in negozio per gli acquisti.

Esistono poi carte aziendali come la TOT che sono dual mode, ossia possono essere utilizzate in entrambe le modalità (credito e debito)

Quali sono i tipi di carte di credito?

Le carte di credito possono essere a saldo, rateali o revolving e option.

La carta di credito a saldo, prevedono una diminuzione dell’importo del fido disponibile man mano che si usa, che sarà poi rimborsato alla scadenza prevista dal contratto in un’unica soluzione.

Le carte rateali o revolving permettono di ripagare a rate il saldo accumulato nel corso del mese ed in alcuni casi è possibile aprirle anche senza busta paga. Con questo tipo di carte, rispetto alla carta di credito a saldo, come cliente ti sarà erogato un vero e propria prestito sulla carta, sotto forma di una precisa somma che potrà essere spesa e restituita a rate nel corso del tempo.

Per una tua comodità, le carte revolving permettono anche di modificare la rata mensile, aumentandola (nel caso tu voglia ridurre i tempi di restituzione dei soldi a chi li ha erogati) o diminuendola (senza però mai scendere sotto la soglia minima); in più le carte revolving possono prevedere oltre il rimborso a rate, anche il solo rimborso a saldo o anche entrambe le modalità (definite perciò carte ad opzione).

Grazie alla restituzione periodica delle rate, l’intero importo messo a disposizione della carta è ricostituito.

Infine le carte option sono carte di credito a saldo che possono diventare carte revolving su richiesta del cliente, chiamando il servizio clienti dell’ente emittente (la maggior parte delle carte di credito possiede questa funzionalità), utile per chi vuole effettuare con la carta di credito acquisti on line.

Quali sono i tipi di carte di debito?

Sono quelle che rientrano nei circuiti bancomat/pago bancomat ed hanno la scritta Debit sulla carta stessa. Rilasciate all’apertura del conto, possono essere usate nei limiti di spesa mensile anche per acquisti in negozio.

Le carte prepagate sono anch’esse carte di debito e possono essere usate solo nei limiti dell’importo caricato. Ciò le rende accessibili a tutti, anche a chi non ha i requisiti adatti per ottenere una carta di credito o l’apertura di un conto corrente. Anche le prepagate, come le carte di credito, possono essere usate nei limiti dell’importo caricato e sono usate per gli acquisti attraverso gli e-commerce poiché non è collegata al conto corrente e le si può usare all’occorrenza.

I Bancomat e i Pagobancomat sono carte di credito o di debito?

Le carte del circuito Bancomat/Pagobancomat, ossia quelle emesse dalla banca in cui si ha il conto corrente, sono carte di debito con un doppio circuito: nazionale (Bancomat/Pagobancomat appunto) e internazionale (Mastercard, Visa Electron, Visa Pay, Maestro) che può essere usata in negozi all’estero, far prelevare Euro in un paese diverso dall’Italia, o poter permettere di prelevare una valuta diversa dall’euro. Bancomat e Pagobancomat non possono essere usate per acquisti on line, tranne se appartengono al circuito Mastercard e tale funzione di pagamento online è indicata specificatamente nel contratto.

Come posso richiedere una carta di credito fisicamente oppure on line?

Se il bancomat/pago bancomat viene erogato automaticamente all’attivazione del conto corrente, per richiedere una carta di credito dovrai presentare una documentazione, dove indichi il tuo codice fiscale, il numero della tua carta di identità ed una documentazione che attesti il reddito (busta paga se sei un lavoratore dipendente, dichiarazione dei redditi se sei un lavoratore autonomo, cedolini se sei un pensionato) e il permesso di soggiorno in caso di stranieri. La carta poi si può collegare ad un conto corrente bancario, ma per farlo occorre versare sul conto una minima somma, coincidente con il plafond.

Se lo desideri,puoi richiedere la carta di credito anche on line; di solito gli istituti fisici hanno sui loro siti una sezione home banking dove in modo chiaro e semplice spiegano tutti i passaggi relativi alla procedura da seguire e ai documenti da allegare alla domanda, permettendo così, con pochi semplici click, di ottenere una carta di credito senza uscire di casa o usando solo il proprio smartphone, ottimizzando i tempi senza dover chiedere permessi di lavoro o effettuare lunghe ed estenuanti file.

CCV2 : cos’è, a cosa serve e dove trovarlo

Codice sicurezza CCV2

Tutti abbiamo visto almeno una volta una carta di credito:si tratta di una tessera in plastica con degli elementi di sicurezza, dei chip per il riconoscimento dei dati di identificazione del titolare o/e una banda magnetica. Sulla parte posteriore si appone la firma del titolare e si trova un codice CVV2 o CVC2. Vediamo nel dettaglio a cosa serve.

Dove si trova il CVV2?

Occorre prendere una carta di credito Visa o Visa Electron e osservarla con attenzione: se sul davanti troviamo dati come nome del titolare, numero della carta e data di scadenza, sul retro dove si appone la firma si troverà un codice di tre lettere stampato ad inchiostro: è il CVV2, una sigla che sta per Card Verification Value, ed è un elemento importantissimo per accrescere la sicurezza delle transazioni su internet e permetterci di effettuare shopping on line senza preoccupazioni e rischi.

Oltre alle Visa, il CVV2 è presente anche sulle Postepay, chiamato in questo caso semplicemente CVV2 postepay; anche il CVV2 Postepay è un codice trinumerico che si trova sul retro della carta, dove il titolare appone la sua firma.

A differenza delle American Express, che hanno un codice di sicurezza chiamato CID a 4 cifre ed è presente sulla parte anteriore della carta, il codice CVV2 è presente sulla parte posteriore di una carta di credito ed è formato da tre cifre; scopo del CVV2 Card Verification Value, così come dell’analogo CVC2 (Card Verification Code, presente anch’esso sulla parte posteriore della card), è proteggere le transazioni dei pagamenti telematici e prevenire frodi informatiche come ad esempio la clonazione della carta.

E’ completamente diverso dal PIN (numero identificativo personale) che invece è richiesto per le transazioni presso i negozi fisici di importo superiore ai 25 euro.

A cosa serve il CCV2?

Il CVV2 è l’unico dato fondamentale per la sicurezza delle transazioni: se esempio, un ladro conosce il numero della tua carta ma non il CVV2, non potrà mettere le mani sul tuo denaro. Infatti il CVV2 serve a capire se chi sta effettuando il pagamento ed il possessore della carta di credito siano la stessa persona.

Il CVV2 si abbina alla OTP (One Time Password) un codice di verifica temporaneo (attivo per non più di 10 minuti) che è inviato per SMS appena il numero di cellulare è collegato alla carta si credito. Questo codice OTP andrà poi riportato in una casella apposita prevista dall’e-commerce.

Oltre a questi dati, ci sono altri che solo il titolare di una prepagata conosce, come il numero carta e la scadenza della carta stessa, indicata con mese ed anno, oltre al nome e cognome dell’intestatario.

Nelle transazioni tramite POS o ATM il CCV2 (così come il CID ed il CVC2) non viene richiesto al titolare della carta poiché la trasmissione dei dati avviene automaticamente attraverso il chip NCF o la banda magnetica.

Devo inserire il CCV2 sui siti di e-commerce?

Dipende molto dal sito, poiché alcuni siti di e-commerce lo richiedono e altri no; ad esempio su Amazon si possono effettuare tutti gli acquisti che si desiderino senza inserire il suddetto codice

Che differenza c’è fra CVV2 e CVC2?

Il Card Verification Value CVV2 è tipico delle carte di credito del circuito Visa, mentre il CVC2 (Card Verification Code) è utilizzato dalle card dei circuiti Mastercard (tranne nel circuito Maestro dove tale codice è assente).

Nonostante la differenza di acronimi,entrambi sono codici a tre cifre con il medesimo scopo, ossia far avvenire con sicurezza le transazioni elettroniche; quindi sia CVV2 sia CVC2 limitano il rischio di frodi e furti collegate ai rischi on line.

Meglio Mastercard o Visa?

mastercard o visa

Sono i circuiti di pagamento più diffusi a livello mondiale: stiamo parlando di Mastercard e Visa, che permettono di effettuare transazioni ovunque nel mondo, rendendole di fatto accettate a livello globale. Basti pensare che Visa che copre oltre il 50% delle transazioni con carta di credito a livello mondiale. Mastercard, che è il secondo operatore sul mercato, arriva al 33%. Ma quale dei due è meglio?

Come funzionano i circuiti Mastercard e Visa?

I circuiti Mastercard e Visa nel momento in cui ti accingi a fare una transazione, compiono 3 passaggi:

  • controllano con la banca emittente se la transazione può essere accettata o rifiutata, verificando i fondi effettivamente disponibili e la titolarità della carta;
  • inviano la conferma al venditore che il pagamento si può processare;
  • infine processano il pagamento fra banca e venditore.

In questo modo compiono quel fondamentale ruolo di gestione utile a rendere possibile il pagamento elettronico online e nei negozi fisici.

In realtà è l’istituto di credito o la banca a cui ti rivolgi a favorire una rete rispetto all’altra o emettere carte con un’unica rete, ma dipende dagli accordi che hanno siglato a monte con questi enti; non è quindi un discorso di preferenza qualitativa ma piuttosto di accordi commerciali.

Mastercard e Visa: diamo i numeri

Sono due colossi americani; per la precisione, la prima è stata fondata a New York nel 1966 col nome di Interbank Card Association che è poi diventato Mastercard, mentre la seconda è stata fondata nel 1958 in California.

Solo per dare qualche numero, Mastercard (che comprende i circuiti Cirrus e Maestro) ha emesso finora 2.4 miliardi di carte e come detto è il secondo operatore mondiale per transazioni elettroniche (il 33% del totale) ; Visa oggi comprende oltre 20 000 fra istituti di credito e bancari ed emette carte prepagate, di credito o di debito e stima in 3.3 miliardi le carte emesse a marchio Visa ed è il primo operatore mondiale per le transazioni elettroniche (il 50% del totale).

Vedendo le percentuali a livello globale elencate poco fa, da un punto di vista numerico Visa domina il mercato e Mastercard la segue al secondo posto; ma il “consumatore finale” non percepisce alcuna differenza tra Visa e Mastercard dato che le carte sono accettate ovunque. Molto raramente i venditori discriminano un marchio a vantaggio dell’altro tanto che le carte di questi circuiti sono accettate in oltre 200 paesi nel mondo (mentre invece è più frequente imbattersi in rifiuti quando si va all’estero per le carte America Express e Discover).

Mastercard e Visa: come sono diffuse?

In Italia hanno all’incirca la medesima diffusione; le differenze (anche se piccole) sono nel resto del mondo: in Estremo Oriente ed in Nord Europa la Mastercard è più diffusa, mentre negli Stati Uniti ed in America Latina è più diffusa la Visa.

Tuttavia, sono circa 30 milioni nel mondo i venditori che accettano pagamenti con entrambi i circuiti, perciò non ci sono problemi per i titolari delle carte. Lo stesso discorso vale se si vogliono usare le carte emesse in Italia all’estero: se fanno parte dei circuiti Mastercard o Visa, potranno essere usate senza problemi per pagamenti, prelievi di contanti presso bancomat e ATM.

Meglio mastercard o visa?

La risposta è: sono pari. Infatti a livello di funzionalità (che è poi ciò che preme all’utente finale) sono ugualmente le più affidabili nel guidare la transazione elettronica.

La loro pluridecennale esperienza nel campo e la grandissima diffusione globale hanno permesso di ideare meccanismi sempre più sicuri per tenere lontano i clienti da possibili truffe o usi illeciti delle carte.

Cambia fra Visa e Mastercard solo il nome dello strumento usato per la sicurezza: Verified by Visa per la prima e Mastercard SecureCode. Entrambi usano il sistema OTP (una sigla che sta per “One Time Password”), che collega un numero di telefono alla carta da usare per inviare un codice temporaneo da inserire per completare la transazione. Questo sistema è particolarmente utile per gli acquisti di beni e servizi on line, poiché l’OTP vale solo per circa 10 minuti ed una volta usato non è più valido.

Entrambi i circuiti utilizzano ulteriori sistemi avanzati per individuare carte di credito false in tempo reale; in questo modo il titolare sarà avvertito immediatamente e la carta sarà bloccata per non avere usi illeciti.

In più entrambi i circuiti offrono un servizio di blocco attivo della carta h24 e in alcuni casi, riscontrando rischi possibili, possono bloccare preventivamente la carta.

Discorso diverso vale per le caratteristiche della carta, che sono definite dall’ente emittente; in questo caso, dopo aver accertato che la carta sia collegata ad uno di questi due circuiti, conviene concentrarsi sulle funzionalità ed i singoli vantaggi offerti dalla singola carta di credito (come ad esempio evitare il pagamento del bollo, usufruire di un TAEG basso o dello 0%, costi bassi annuali della carta, assicurazione gratuita e così via). In conclusione, come titolare di carta, sappi che la tua esperienza di utente finale non sarà molto influenzata dal fatto che la tua carta  si serva di un circuito Mastercard o Visa.

Carta di credito rateale

carta di credito rateale

Le carte di credito non sono tutte uguali; indipendentemente dagli istituti, si suddividono in due sottotipi, in base alla modalità con cui il cliente deve restituire i soldi che gli sono stati messi a disposizione per effettuare gli acquisti:la carta di credito a saldo e la carta di credito rateale; di questo secondo sottogruppo parleremo qui con maggiori dettagli.

Come funziona una carta di credito rateale?

Le carte di credito a rate (o revolving) sono strumenti messi a disposizione non solo dalle banche ma anche da enti come Nexi, Unicredit,Agos, Findomestic e molti altri ancora.

Una carta di credito rateale può essere di due tipi: pura (cioè che offre la sola opzione revolving, rendendo di fatto impossibile il pagamento a saldo ma un ottima soluzione per rateizzare tutti gli acquisti) o mista (cioè che offre sia l’opzione di rimborso a saldo sia l’opzione revolving per cui sarai tu a scegliere come utilizzarla).

La carta di credito rateale mista, come le carte Flexia UniCredit grazie alla loro flessibilità, sono la tipologia più scelta poiché permette di avere una flessibilità finanziaria utile sia per chi vuole ottimizzare spese e rimborsi, sia per superare una momentanea mancanza di liquidità.

Carte di credito rateali

Le carte di credito rateali (o revolving) sono delle carte di credito che ti permettono di ripagare il saldo accumulatosi nel corso del mese a rate, in alcuni casi anche senza busta paga. Rispetto alla carta di credito a saldo con le carte di credito rateali ti viene erogato come cliente un prestito vero e proprio e sulla carta ti sarà affidato un data somma che potrà essere spesa e restituita a rate nel tempo. Se ti è più comodo, potrai anche modificare la rata mensile, diminuendola (senza però mai scendere sotto la rata minima) o aumentandola, per ridurre i tempi di restituzione dei soldi all’ente che li ha erogati. Con la restituzione periodica si ricostruisce l’intero ammontare della cifra messa a disposizione con la carta.

Carte di credito rateizzate: il vantaggio della flessibilità

Una carta di credito rateizzata ti permette di suddividere o rateizzare il rimborso delle spese in un periodo di tempo prolungato che può essere di 6, 12, 18, 24 mesi o anche oltre; per questo le carte rateizzate o revolving hanno una maggiore flessibilità  rispetto alle care di credito “ a saldo” che vanno rimborsate in una data precisa.

Queste carte di credito si appoggiano a circuiti come Visa e Mastercard, così da poter accedere agli sportelli e ai punti vendita in ogni parte del mondo con estrema facilità.

Come richiedere una carta di credito rateale

Così come una carta di credito tradizionale, se si richiede presso un istituto bancario, sarà l’istituto stesso, dopo valutazione preliminare in base ai documenti presentati, ad attivarla, così da permetterti di usarla per le tue spese. Il plafond può essere variabile, in base a quanto concesso dall’istituto stesso.

Un’altra modalità è la richiesta on line, ma comunque si devono rispettare dei requisiti ben precisi, anche per quanto riguarda le garanzie presentate.; per richiedere la carta on line, basterà seguire le indicazioni riportate sul sito web dell’istituto scelto e fornire tutti i documenti e i dati richiesti in pochi click e senza uscire di casa.

Cartasi revolving

Cartasi Revolving presenta le stesse caratteristiche di una carta di credito accettata ovunque, ma in più ti permette di utilizzare la formula revolving, per poter ottenere un finanziamento per la rateizzazione di tutti i tuoi acquisti.

Cartasi revolving

Cos’è Cartasi Revolving

Cartasi revolving fa parte dei prodotti NEXI ed è una carta revolving che permette di personalizzare le rate, ricaricando il finanziamento ogni volta che si paga una rata. Le rate sono personalizzabili, in base all’assegnazione della disponibilità iniziale assegnata al momento di approvazione della carta. L’assegnazione si basa su diversi parametri (primo fra tutti il reddito) che sono valutati in accordo con la tua banca. L’addebito delle spese avviene il giorno 10 del mese successivo in cui hai fatto gli acquisti.

In più cartasi revolving prevede l’accesso, attraverso pagamento di una quota annuale, al programma ioSi, che permette moltissimi vantaggi,servizi e premi, come: un agenzia viaggi telefonica a tua disposizione, che ti proporrà soluzioni con sconti fino al 20%, su viaggi e soggiorni in tutto il mondo ,attraverso proposte su misura, in base alle tue esigenze; la possibilità di accumulare punti ioSi per ogni euro speso con la Carta, che permetterà di avere bellissimi premi; sconti e agevolazioni da partner che aderiscono al programma; l’aumento dei massimali della polizza assicurativa della Carta, che ti permetterà di aderire al pacchetto assicurativo Plus; concorsi dedicati; l’accesso allo Shopping Village di CartaSi, realizzato in collaborazione con Saldi Privati, il primo villaggio on-line dove marchi leader dedicati alla famiglia e al tempo libero sono proposti in esclusiva e ai migliori prezzi ai titolari di Cartasi Revolving.

Quali vantaggi offre Cartasi Revolving?

  • E’ accettata in tutto il mondo, poiché è collegata ai circuiti Visa o Mastercard.
  • Rate personalizzabili (si possono aumentare o diminuire quando e come si vuole, purché non si scenda mai sotto la rata minima.
  • Polizza assicurativa per tutelare gli acquisti e per i prelievi contro furti; in più la polizza copre eventuali smarrimenti di bagagli in viaggio e infortuni eventuali in viaggio.
  • Servizio Clienti CartaSi ,con cui puoi parlare con un operatore dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20, consultare i movimenti, la disponibilità ed il saldo 24 ore su 24 e bloccare gratuitamente la tua carta 24 ore su 24.
  • Servizi gratuiti via sms per consultare il proprio conto e proteggere così contro frodi, smarrimento o furti.
  • Sicurezza, attraverso il servizio di Protezione anti-frode 3D Secure che ti permette di effettuare in massima sicurezza gli acquisti on line; in più se smarrisci la carta o subisci un furto, hai il blocco immediato della carta stessa tramite il servizio clienti, la sostituzione gratuita della carta in qualsiasi parte del mondo ti trovi ed in più la possibilità di ricevere un rimborso delle spese che hai effettuato prima del blocco.
  • L’accesso al Programma ioSi , previo pagamento di una quota associativa annuale, per usufruire di: un’Agenzia Viaggi telefonica; punti ioSi per ogni euro speso con la Carta; sconti ed agevolazioni dai partner; l’aumento dei massimali della polizza assicurativa della Carta; concorsi dedicati, l’accesso allo Shopping Village di CartaSi.

Come posso attivare Cartasi Revolving?

La carta di credito cartasi revolving può essere attivata in qualsiasi momento tu vorrai,365 giorni all’anno 24 ore su 24, utilizzando il servizio on line connettendoti sul sito ufficiale, oppure contattando il numero verde della carta, attivo sia dall’Italia sia dall’estero.

Quanto costa Cartasi Revolving?

Cartasi revolving non ha spese legate alla produzione della carta, all’estratto conto mensile on-line, alle copie riguardanti estratti conto precedenti, all’iscrizione di servizi on-line, all’iscrizione dei servizi sms, all’iscrizione alla newsletter on-line, all’iscrizione allo Shopping Village e alle protezione anti-frode 3D Secure.

Per l’emissione delle carta sostitutiva non ci sono spese, ma se si richiede la Carta sostitutiva d’emergenza, c’è un costo di 10.33 euro. La carta ha delle quote annuali di 15,49 euro per il primo anno e 20,66 euro per i successivi, a cui, nel caso di richiesta di Carta aggiuntiva e/o Carta familiare vanno aggiunti 15,49 euro ciascuno annualmente.

Presenta inoltre delle spese di commissione, che ammontano a: 4% dell’importo di commissione, 0,77 euro sui rifornimenti di carburante, e di 1,03 euro per l’estratto mensile cartaceo del conto. Se la commissione riguarda operazioni in valuta estera diversa dall’Euro è massimo del 2% in base al circuito e al paese in cui avviene l’operazione. L’imposta di bollo si paga solo su ciascun estratto conto superiore a 77,47 euro ed ammonta ad 1,81 euro.

Infine, ci sono le spese legate all’uso dell’opzione T.A.N. di rateizzazione, il cui massimo applicabile è del 18%; la polizza di protezione credito è una quota al mese dello 0,2% del debito da rimborsare. Nel caso di iscrizione al programma fedeltà ioSi per un anno, c’è da pagare una quota di 12 euro.

Carta YOU Banca Advanzia

carta you di Advanzia Bank on line

La piattaforma bancaria digitale europea Advanzia Bank, (già presente in Lussemburgo e Germania con la Mastercard Gold Gebührenfrei, in Francia con Carte ZERO in Austria con la free Mastercard Gold, e in Spagna con Tarjeta YOU)  ha reso disponibile anche in Italia dal Novembre 2021 per i consumatori privati la nuova carta di credito gratuita Carta YOU. Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

Cos’è Carta YOU di Advanzia Bank

E’una carta di credito MasterCard che permette di effettuare prelievi in contanti ed acquisti in tutto il mondo, che può essere facilmente richiesta per via digitale e presenta una serie di vantaggi molto interessanti per gli utenti, fra cui la massima flessibilità nel gestire le proprie finanze. Carta YOU rende possibile domiciliare i pagamenti con addebito diretto SEPA e di trasferire denaro sul proprio conto bancario, senza doverne aprire uno nuovo: il giorno 15 di ogni mese Banca Advanzia invia tramite fattura un resoconto al cliente per le transazioni del mese precedente, che il cliente salderà con bonifico entro il giorno 3 del mese successivo ; in più permette di pagare anche attraverso i dispositivi mobile.

Quali vantaggi offre Carta YOU di Advanzia?

Carta YOU presenta tanti e notevoli vantaggi per gli utenti italiani:

  • non occorre aprire un nuovo conto corrente né cambiare banca;
  • può essere richiesta digitalmente senza uscire di casa;
  • il plafond è comunicato dopo l’accettazione sempre digitalmente, senza dover ritirare documenti in qualche sede fisica;
  • in caso di necessità, il plafond potrà essere elevato in un secondo momento facendone richiesta digitalmente;
  • ha un servizio clienti attivo 24 ore su 24 totalmente gratuito on line;
  • non ha nessuna spesa di commissione, né per l’eventuale cambio valuta, né per il prelievo di contanti dagli sportelli bancomat di qualsiasi zona del mondo, né tantomeno presenta spese di commissione annuali;
  • ti permette di effettuare pagamenti a rate e ottenere credito gratuito fino a 7 settimane;
  • ha un l’App mobile gratuita che permette di avere sempre in tempo reale una panoramica dei pagamenti e delle transazioni effettuate tramite la carta di credito
  • presenta un pacchetto assicurativo complementare, ossia una assicurazione da viaggio completa e gratuita;
  • i suoi interessi sull’acquisto se si utilizza a saldo, sono pari a zero;
  • i titolari della carta possono scegliere tra il rimborso totale o flessibile, lasciandoli liberi di decidere quanto vogliono pagare immediatamente e quanto rinviare a più tardi
  • Carta YOU prevede anche la possibilità di pagamento con dispositivi mobile e pagamento Contactless;
  • offre l’opzione di pagamento frazionato flessibile.

Quanto costa il pagamento rateale di Carta You?

Se gli interessi sull’acquisto per l’uso a saldo sono pari a zero, per i pagamenti rateali il tasso effettivo di interesse annuo è del 21% dalla data dell’operazione, mentre il tasso di interesse su base mensile si attesta al 1,75%. Quindi presenta anche ulteriori vantaggi per l’uso a saldo, mentre per il pagamento rateale si attesta nella media delle altre carte di credito.

Come posso attivare Carta You?

Compilando in due minuti questo semplice form on line, dove troverai anche tutte le informazioni utili, inclusi i termini e condizioni contrattuali, i dettagli sulla copertura assicurativa di viaggio gratuita e gli opuscoli informativi.Compilando in due minuti questo semplice form on line, dove troverai anche tutte le informazioni utili, inclusi i termini e condizioni contrattuali, i dettagli sulla copertura assicurativa di viaggio gratuita e gli opuscoli informativi. Sempre su questa pagina avrai accesso alla mail di assistenza clienti e al portale di assistenza clienti h 24 sette giorni su sette.