Ho perso la carta di credito. E adesso? Guida ai passaggi successivi

perso la carta di credito

Le tessere plastificate delle carte di credito e di debito sono leggere, poco ingombranti, ma –ahinoi- anche facili da perdere se non si è sufficientemente attenti. A volte (ma per fortuna sempre più raramente) può succedere anche che siano clonate e allora c’è il rischio serio che qualche malintenzionato svuoti il nostro conto.Cosa fare subito dopo?

Ho smarrito la carta di credito: devo bloccare la carta!

E’ la primissima cosa, da fare il prima possibile. Ci si può recare in filiale oppure se si è in vacanza o impossibilitati a raggiungere la propria filiale, chiamare il numero verde dell’emittente carta (se chiamo dall’estero devo aggiungere al numero il prefisso + 39) e chiedere di bloccarla, così l’ente lo inattiverà in poche ore.

Se non riesco a trovare il numero della mia banca su internet, posso chiamare il numero verde unico 800 822 056 valido per tutte le banche, tutti i bancomat e tutti i circuiti messo a disposizione dalla Società Intebancaria per l’Automazione (SIA).

In questo modo, dal momento che è stato richiesto il blocco in seguito a furto o smarrimento, il proprietario è sollevato ai sensi di legge da eventuali usi illeciti della carta e non può essere perseguito per eventuali reati penali commessi da chi ha usato la carta nel lasso di tempo dalla richiesta di blocco al blocco effettivo. Lo stesso vale per le spese: se ci sono delle spese nelle ore precedenti alla richiesta di blocco, in Italia ai sensi del decreto legislativo n . 11 del 27.01.2010, il titolare della carta dovrà rimetterci al massimo 150 euro, mentre per le eventuali spese fraudolente fatte nel lasso di tempo dalla richiesta al blocco, saranno rimborsate dalla banca.

Ho perso la carta di credito: : devo controllare l’estratto conto?

Certo: se il conto ha l’opertatività on line, posso collegarmi al sito di internet banking e verificare il mio saldo; così riuscirà a capire se ci sono dei movimenti non autorizzati da me.Nel caso non abbia l’operatività on line, posso richiedere l’estratto conto quando sono in filiale per richiedere il blocco.

Ho smarrito la carta di credito: devo fare: la denuncia alle autorità competenti

Dopo la richiesta di blocco per furto o smarrimento, si dovrà entro 48 ore denunciare lo smarrimento della carta a carabinieri o polizia; la copia di tale denuncia, dovrà poi essere consegnata a mano in banca o inviata per raccomandata con ricevuta di ritorno, così da poter, nel caso di spese illecite, essere rimborsati. Ovviamente la banca non sarà tenuta a nessun rimborso nei casi in cui non ci siano comunicazioni inerenti alla denuncia o se peggio il furto o lo smarrimento della carta è stato solo simulato.

La denuncia è obbligatoria per richiedere il rilascio di una nuova carta o l’emissione di una carta sostitutiva, che sarà emessa al costo di una o più decine di euro in base all’ente scelto.


Denuncia smarrimento carta di credito online

Dopo aver effettuato la segnalazione all’istituto di credito fisicamente oppure on line, la denuncia alle autorità competenti può essere effettuata anche via Web: in particolare la Polizia di Stato ha messo a disposizione il sito commissariatodip.it per poter inoziare a compilare la denuncia inserendo dati anagrafici e descrivendo quanto accaduto. Occorre avere solo un pc ed una connessione internet per compilare questo modulo, che sarà solo un primo passo per la denuncia; in ogni caso dovrai nel giro di qualche giorno recarti in caserma per completare l’iter e firmare la denuncia, altrimenti è come se non si fosse fatta.

Carta di credito smarrita o rubata: come proteggere la carta da questi rischi.

Premesso che l’attenzione è sempre la migliore forma di prevenzione, ci sono alcune abitudini che posso prendere per proteggere la carta di credito:

  • attivo il servizio di alert via mail o sms: così riceverò una mail o un messaggio ogni volta che farò una transazione con la carta, individuando eventuali movimenti “strani”;
  • controllo regolarmente l’estratto conto delle carte, in modo cartaceo o on line;
  • specie se viaggio all’estero, porto con me il numero da chiamare per bloccare la carta e in più devo avere sempre una fotocopia delle mie carte di credito e bancomat per poter comunicare i dati necessari per bloccarle;
  • non custodisco mai la carta insieme al PIN;
  • non lascio la carta incustodita;
  • ripongo la carta sempre nello stesso luogo;
  • non comunico mai le credenziali della carta a terzi (ad esempio per mail);
  • quando digito il PIN per prelievi e acquisti lo effettuo lontano da occhi indiscreti.

Cosa faccio se la carta è stata bloccata dalla banca?

A volte il blocco può avvenire per azione della banca: per ragioni di sicurezza, per la naturale scadenza della carta o nel caso spiacevole in cui il titolare è in rosso con i pagamenti. Premesso che il blocco dovrebbe avvenire previa comunicazione, non sempre succede, quindi mi dovrò accertare del motivo del blocco.

Nel caso in cui  blocco avvenga perché la banca sospetta di comportamenti fradolenti e mi blocchi preventivamente il conto, se dimostro che tali sospetti non siano verificati, posso segnalare la banca per diffamazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.