Carte prepagate per minorenni

carta di credito per i minorenni

Se stai cercando una carta per un figlio o per un parente minorenne, le carte prepagate sono la scelta migliore, ma non tutte sono adatte per i minorenni. Vediamo quali rispondono a queste precise caratteristiche.

Perché intestare una prepagata ad un minorenne?

Puoi farlo per diversi motivi:

– per responsabilizzare tuo figlio all’uso del denaro;

– per educarlo all’uso del denaro;

– per evitare di farlo andare in giro con molto contante, mentre invece con una carta può fare pagamenti in sicurezza e affidabilità.

– perché tuo figlio vuole viaggiare e andare all’estero o perché deve fare una o più vacanze studio.

Caratteristiche delle carte prepagate per minorenni

Devi poterla intestare ad una persona fisica che ha meno di 18 anni. In più occorre, nella maggior parte dei casi, avere una firma di consenso da parte di uno dei genitori che compilerà il contratto (o in alternativa il form on line) al posto del figlio. Ci sono alcuni istituti e banche emittenti che propongono carte ricaricabili e prepagate perfette per i minorenni, oltre alle carte Postapay dedicate.

Vantaggi carta prepagata minorenni estero

Le carte prepagate per minori che abbiamo scelto di elencare di seguito sono ideali anche per essere usate all’estero; infatti l’offerta è molto ampia, ma abbiamo scelto di parlare di quelle che appoggiano infatti a circuiti seri ed affidabili come MasterCard, Maestro, Visa e altri, presenti non solo in Italia ma in tutti i Paesi del mondo.

In questo modo sarà possibile ritirare contanti in tutto il mondo da qualsiasi ATM; in più la carta potrà essere utilizzata per pagare da qualsiasi POS. Se poi completa di IBAN, la carta prepagata permetterà di ricevere ed inviare bonifici da e per tutto il mondo.

Le carte prepagate selezionate hanno anche le migliori recensioni da parte degli utenti finali. In generale, le prepagate sono soluzioni più pratiche rispetto ad una ricaricabile usa e getta (che ha una vita molto limitata) poiché sono carte che i ragazzi possono continuare ad usare anche nella loro vita adulta.

Quali banche ed istituti emettono carte prepagate per i minorenni?

Le carte prepagate per minorenni proposta da Unicredit si chiama UnicreditCard Click e si può richiedere anche per conto di ragazzi da 14 anni in poi; in questo caso però occorre la firma di un genitore o di un tutore legale o di chi ne fa le veci. Questa carta a zero canone e spese, si appoggia al circuito Mastercard e non necessita di aprire un conto corrente con la banca emittente. Dotata di sistema contactless, funziona come una classica prepagata, ma non è possibile richiederla on line: occorre presentarsi in filiale dove sarà rilasciata sia il PIN sia la carta pagando il costo di commissione. Subito dopo aver effettuato la prima ricarica, la carta può essere usata. Le ricariche si possono effettuare con addebito su un conto corrente presso tutti gli sportelli delle filiali italiane Unicredit, in contanti, con una carta bancomat Unicredit, con una qualsiasi altra carta di credito o prepagata Unicredit o ancora presso gli sportelli ATM italiani. Per importi inferiori a 25 euro la carta si può utilizzare senza inserire il codice PIN.

La Carta Flash nominativa è la carta del gruppo Intesa San Paolo pensata per i minorenni, per poter fare acquisti on line in Italia e all’estero. Il costo della carta è gratuito per chi ha meno di 35 anni, e non ha costi aggiuntivi per il prelievo di contanti alle casse veloci automatiche italiane. In più prevede il servizio Geocontrol per la protezione antifrodi, la gestione notifiche tramite app e messaggistica e pagamenti sicuri on line. Ha un plafond di spesa alto (5 mila euro) cosi come il tetto di spese giornaliere (500 euro) e prevede una spesa di acquisto della card di 9,90 euro, ed un canone annuo di 6 euro (suddiviso in rate mensili da 50 centesimi); per i prelievi di contanti dagli sportelli automatici dell’area SEPA (Single Euro Payments Area, ossia i 28 Paesi Membri dell’Unione Europea, e in più l’Islanda, la Norvegia, il Liechtenstein, la Svizzera, il Principato di Monaco, San Marino e paesi delle Dipendenze della Corona Britannica) c’è un accredito di 2 euro a prelievo, che sale a 5 euro per i paesi di area non SEPA. Per le operazioni non in euro, si calcola invece il 2% sull’importo prelevato o pagato (minimo 0,50 centesimi) più le spese di commissione sulla conversione della valuta.

La carta Start di Hype di Banca Sella si può intestare a ragazzi da 12 anni in poi, diventando un’ottima soluzione per figli che devono recarsi all’estero e ragazzi a cui occorre autonomia finanziaria. Può essere scelta anche anche per i ragazzi ed i maggiorenni alle prime esperienze di lavoro, poiché la carta Start possiede un IBAN che le permette di poter accreditare stipendi e bonifici, senza dover avere un conto bancario. Aderisce al circuito Mastercard e il suo plafond contenuto la rende perfetta per i più giovani. In più ha un app pensata proprio per i ragazzi, che riescono così a gestirla agevolmente. Fra le tre carte, è di sicuro la più economica poiché è completamente gratuita, non presenta alcun costo di attivazione né canone annuo. In più permette, rispetto alle altre due di poter effettuare prelievi e bonifici in Italia e all’estero in modo gratuito.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.