Meglio Mastercard o Visa?

mastercard o visa

Sono i circuiti di pagamento più diffusi a livello mondiale: stiamo parlando di Mastercard e Visa, che permettono di effettuare transazioni ovunque nel mondo, rendendole di fatto accettate a livello globale. Basti pensare che Visa che copre oltre il 50% delle transazioni con carta di credito a livello mondiale. Mastercard, che è il secondo operatore sul mercato, arriva al 33%. Ma quale dei due è meglio?

Come funzionano i circuiti Mastercard e Visa?

I circuiti Mastercard e Visa nel momento in cui ti accingi a fare una transazione, compiono 3 passaggi:

  • controllano con la banca emittente se la transazione può essere accettata o rifiutata, verificando i fondi effettivamente disponibili e la titolarità della carta;
  • inviano la conferma al venditore che il pagamento si può processare;
  • infine processano il pagamento fra banca e venditore.

In questo modo compiono quel fondamentale ruolo di gestione utile a rendere possibile il pagamento elettronico online e nei negozi fisici.

In realtà è l’istituto di credito o la banca a cui ti rivolgi a favorire una rete rispetto all’altra o emettere carte con un’unica rete, ma dipende dagli accordi che hanno siglato a monte con questi enti; non è quindi un discorso di preferenza qualitativa ma piuttosto di accordi commerciali.

Mastercard e Visa: diamo i numeri

Sono due colossi americani; per la precisione, la prima è stata fondata a New York nel 1966 col nome di Interbank Card Association che è poi diventato Mastercard, mentre la seconda è stata fondata nel 1958 in California.

Solo per dare qualche numero, Mastercard (che comprende i circuiti Cirrus e Maestro) ha emesso finora 2.4 miliardi di carte e come detto è il secondo operatore mondiale per transazioni elettroniche (il 33% del totale) ; Visa oggi comprende oltre 20 000 fra istituti di credito e bancari ed emette carte prepagate, di credito o di debito e stima in 3.3 miliardi le carte emesse a marchio Visa ed è il primo operatore mondiale per le transazioni elettroniche (il 50% del totale).

Vedendo le percentuali a livello globale elencate poco fa, da un punto di vista numerico Visa domina il mercato e Mastercard la segue al secondo posto; ma il “consumatore finale” non percepisce alcuna differenza tra Visa e Mastercard dato che le carte sono accettate ovunque. Molto raramente i venditori discriminano un marchio a vantaggio dell’altro tanto che le carte di questi circuiti sono accettate in oltre 200 paesi nel mondo (mentre invece è più frequente imbattersi in rifiuti quando si va all’estero per le carte America Express e Discover).

Mastercard e Visa: come sono diffuse?

In Italia hanno all’incirca la medesima diffusione; le differenze (anche se piccole) sono nel resto del mondo: in Estremo Oriente ed in Nord Europa la Mastercard è più diffusa, mentre negli Stati Uniti ed in America Latina è più diffusa la Visa.

Tuttavia, sono circa 30 milioni nel mondo i venditori che accettano pagamenti con entrambi i circuiti, perciò non ci sono problemi per i titolari delle carte. Lo stesso discorso vale se si vogliono usare le carte emesse in Italia all’estero: se fanno parte dei circuiti Mastercard o Visa, potranno essere usate senza problemi per pagamenti, prelievi di contanti presso bancomat e ATM.

Meglio mastercard o visa?

La risposta è: sono pari. Infatti a livello di funzionalità (che è poi ciò che preme all’utente finale) sono ugualmente le più affidabili nel guidare la transazione elettronica.

La loro pluridecennale esperienza nel campo e la grandissima diffusione globale hanno permesso di ideare meccanismi sempre più sicuri per tenere lontano i clienti da possibili truffe o usi illeciti delle carte.

Cambia fra Visa e Mastercard solo il nome dello strumento usato per la sicurezza: Verified by Visa per la prima e Mastercard SecureCode. Entrambi usano il sistema OTP (una sigla che sta per “One Time Password”), che collega un numero di telefono alla carta da usare per inviare un codice temporaneo da inserire per completare la transazione. Questo sistema è particolarmente utile per gli acquisti di beni e servizi on line, poiché l’OTP vale solo per circa 10 minuti ed una volta usato non è più valido.

Entrambi i circuiti utilizzano ulteriori sistemi avanzati per individuare carte di credito false in tempo reale; in questo modo il titolare sarà avvertito immediatamente e la carta sarà bloccata per non avere usi illeciti.

In più entrambi i circuiti offrono un servizio di blocco attivo della carta h24 e in alcuni casi, riscontrando rischi possibili, possono bloccare preventivamente la carta.

Discorso diverso vale per le caratteristiche della carta, che sono definite dall’ente emittente; in questo caso, dopo aver accertato che la carta sia collegata ad uno di questi due circuiti, conviene concentrarsi sulle funzionalità ed i singoli vantaggi offerti dalla singola carta di credito (come ad esempio evitare il pagamento del bollo, usufruire di un TAEG basso o dello 0%, costi bassi annuali della carta, assicurazione gratuita e così via). In conclusione, come titolare di carta, sappi che la tua esperienza di utente finale non sarà molto influenzata dal fatto che la tua carta  si serva di un circuito Mastercard o Visa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.