Carte di Credito senza Reddito

Ultimo aggiornamento:

carta di credito senza reddito

Si può chiedere una carta di credito senza reddito? La risposta è: dipende. Di seguito spieghiamo da cosa.

online shopping gf7f0dedb9 1280

Carta di credito senza reddito : cos’è

E’ una carta di credito vincolata al possesso di un conto corrente accompagnata a dei requisiti finanziari e legati al reddito. In sintesi, come una qualsiasi carta di credito, anticipa una somma di denaro al cliente per coprire gli acquisti durante il mese solare, che sarà poi rimborsata il mese successivo. Per questo ogni istituto di credito prima di emettere la carta chiede delle garanzie; la busta paga di un lavoratore dipendente è di sicuro il più comune modo di presentare garanzie ma non è l’unico, anzi!

Carta di credito senza reddito documentabile: quali sono le garanzie finanziarie

Se sei un lavoratore autonomo o un disoccupato, non è detto che tu non possa richiedere la carta di credito: In alternativa alla busta paga si possono presentare dei requisiti differenti, come ad esempio le royalties.

Si tratta di rendite attive che si rendono “disponibili” sul conto con cadenza periodica ed automatica. Queste rendite sono quindi dei guadagni che non dipendono dal lavoro, ma sono in grado di produrre una ricchezza sufficiente ad essere presentata come garanzia per la banca. Le rendite di questo tipo possono essere di varia natura:

  • provenienti da una vincita in denaro (lotteria, lotto, giochi a premi e così via);
  • affitto di uno o più immobili (intesi sia come negozi che come appartamenti, palazzine, e altro);
  • rendite provenienti da un eredità;
  • partecipazione in qualche società.

Occorre però tenere in mente che in questi casi i tempi possono allungarsi poiché la banca dovrà analizzare attentamente i rischi e le garanzie che offrirai prima di decidere se accordarti o meno la carta di credito.

Come funziona una carta di credito senza reddito

Se per i requisiti legati al reddito si possono offrire queste alternative, per quanto riguarda il conto corrente presso l’istituto emittente, è obbligatorio possederlo: infatti l’addebito di quanto spenderai, a seconda del plafond massimo concesso, avverrà proprio sul tuo conto corrente. Perciò potrai farlo solo con gli istituti presso i quali hai già aperto un conto corrente oppure dovrai aprire presso l’istituto prescelto un conto corrente recandoti fisicamente oppure, se l’istituto lo prevede, compilando una richiesta on line; sarà poi l’ente a decidere se concedere o meno la carta di credito, in base ad una specifica documentazione che attesterà, in assenza di uno stipendio, la regolarità degli introiti diversi da lavoro dipendente (attestati di proprietà, fatture, rendite differenti) per dimostrare di poter sostenere costi e spese collegati alla carta.

Quindi se non si possiede nessuna garanzia sa offrire, diventa impossibile da ottenere; se invece si hanno delle entrate diverse rispetto al lavoro dipendente, è decisamente fattibile.

Quali sono i vantaggi di una carta di credito senza reddito?

Presentano i medesimi vantaggi di una qualsiasi altra carta di credito, permettendo di pagare i propri acquisti nei negozi tradizionali e on line. Dotate di tecnologia Contactless, non hanno bisogno del PIN per autorizzare transazione per importi fino a 25 euro. Oltre ad essere utilizzate per prenotare viaggi, servizi, pagare i propri acquisti su shop on line e tanto altro ancora, le carte di credito possono essere utilizzate in tutti gli esercizi commerciali dotati di apposito terminale POS compatibile. Alcune carte possono essere abbinate anche ad Apple Pay e Google Pay , permettendo così di pagare con lo smartphone in modalità Contactless, a patto che il cellulare ( sia con il sistema operativo iOS sia Android) abbia il chip NFC.

Il livello di sicurezza raggiunto da queste carte è altissimo, tale da poter permettere di poter eseguire in sicurezza e tranquillità ogni transazione (si appoggiano infatti a circuiti Visa, Mastercard o American Express riconosciuti in tutto il mondo). In più, come tutte le carte di credito, rende possibile, a patto di avere una certa somma disponibile sulla carta (che dipende da quanto deposita il titolare), il noleggio di mezzi di trasporto come moto o altro (fra le prepagate ricaricabili è possibile farlo solo con la carta Viabuy). L’importo sarà “congelato” a garanzia per la società di autonoleggio, che sarà poi “rilasciato” quando il mezzo di trasporto sarà restituito.

Quali carte di credito senza busta paga conviene scegliere?

In generale le cosiddette carte multifunzione e le carte famiglia sono quelle più adatte, poiché per definizione hanno parametri legati alle entrate ma senza l’obbligo di busta paga.

Le tre carte di credito senza busta paga che offrono le migliori performance e i maggiori livelli di sicurezza sono:

  • carta di credito Carta Oro American Express;
  • carta di credito Blu American Express;
  • carta di credito Master Gold di ING Direct.

Guide correlate che potrebbero interessarti: