Carte prepagate e non supportate da Fitbit Pay

Pubblicato il 29 Maggio, 2024

Oltre a Huawei, Google, Garmin Pay, e Samsung, ci sono delle aziende come Apple e Swatch che prevedono sistemi di pagamenti propri con lo smartwatch.

Rientra in quest’ultima categoria il sistema FitBit Pay, che ti permette di effettuare pagamenti non solo con i dispositivi abilitati, ma anche col tuo smartwatch.

Come funziona FitBit Pay

FitBit Pay permette di aggiungere carte prepagate, ricaricabili, di debito e di credito associate ai circuiti Mastercard e Visa, in modo facile, rapido, veloce, affidabile e sicuro, sia all’estero sia in Italia.

Per utilizzarlo basta dotarsi di un dispositivo abilitato FitBit Pay e configurarlo. Ad oggi sono tre i modelli di smartwatch che supportano tale servizio: Fitbit Charge 3 Special Edition, Fitbit Ionic e FitBit Versa.

Come si configura Fitbit Pay

Una volta dotatosi del dispositivo FitBit Pay e scelta almeno una carta da collegare di una banca aderente a questo sistema di pagamento, dovrai procedere alla configurazione con questi pochi e semplici passi:

  • scarica sul tuo smartphone l’app FitBit e segui la procedura guidata per collegare la carta (o le carte) che hai scelto;
  • fai poi tap sull’icona “Account”;
  • a questo punto, sul tuo dispositivo FitBit seleziona l’immagine;
  • poi fai tap sul “Wallet” e segui le istruzioni passo dopo passo per poter associare la tua carta (se ne sono diverse, ripeterai questa operazione tante volte quante sono le carte da associare). Considera inoltre che potresti dover inserire un PIN di quattro cifre, in quanto questo livello ulteriore di verifica è richiesto da alcune banche.

Nel momento in cui la carta è attivata, dovrai solo seguire le indicazioni per attivare sullo smartphone le modifiche e si potrà pocedere coi primi pagamenti. A questo punto lo smartphone non occorrerà più per i pagamenti, permettendo al dispositivo FitBit di funzionare indipendentemente dall’avere o meno il telefono con se.

In più, in base al dispositivo che si usa, si potrà aggiungere al wallet fino ad un massimo di sei carte, anche con diversi circuiti e scegliere quale impostare come carte predefinita per ogni forma di pagamento.

Come funziona Fitbit Pay

Pagare con lo smartwatch FitBit Pay è intuitivo e semplice: basta aprire sul proprio dispositivo la schermata dell’App, inserire il PIN (se è richiesto) e far comparire la carta associata sullo schermo.

A questo punto, avvicinando al terminale di pagamento il polso, partirà il collegamento contactless. Nel caso in cui, invece della carta predefinita, ne vuoi usare un’altra, dovrai scorrere le carte sullo schermo fino a selezionare quella desiderata. Quando la transazione sarà eseguita, il dispositivo effettuerà una vibrazione e ti arriverà una notifica dell’avvenuto pagamento.

Quali sono le migliori carte da usare con Fitbit Pay

Fra le migliori carte da usare con Fitbit Pay, ci sono senz’altro:

  • carta di credito Fineco Gold World, una carta di credito a saldo dotata di contactless, che ti permette di fare acquisti e ricevere bonifici sia in Italia che all’estero, sia nei negozi fisici che online. Dedicata ai correntisti con più di 26 anni con elevate disponibilità di spesa, a Maggio 2024 è compatibile con Apple Pay, Garmin Pay, Google Pay e Fitbit Pay.
  • la carta Nexi Classic di Crédit Agricole, una carta di credito a saldo che ti permette, sia in negozio che online,  di fare acquisti in tutto il mondo; in più con la funzione Easy Shopping, puoi scegliere se rateizzare un solo acquisto o tutti gli acquisti che hai fatto. A Maggio 2024 è compatibile con Apple Pay, Garmin Pay, Samsung Pay, Fitbit Pay, GooglePay e SwatchPay.
  • La carta di credito BNL Classic, ad uso privato di ultima generazione con il caratteristico PAN , compatibile a Maggio 2024 non solo con FitBit Pay, ma anche con  Samsung Pay e Garmin Pay.

Guide correlate che potrebbero interessarti: